logo

post image 1
20 Febbraio 2018

BORMIO

Una fuga romantica in montagna a base di relax e natura

Post By Lara Altieri

Non so voi ma io aspetto il mese di febbraio per festeggiare San Valentino con il mio ragazzo e quest’anno abbiamo deciso di concederci una mini-vacanza in montagna a base di relax, natura, panorami mozzafiato, ottimo cibo e tante coccole in Spa. Essendo San Valentino giunto di mercoledì, abbiamo posticipato i festeggiamenti dal 16 al 18 febbraio e la meta scelta è stata Bormio, cittadina in provincia di Sondrio, situata in Alta Valtellina e immersa nel Parco Nazionale dello Stelvio.
Il tempo a disposizione per godere questi posti meravigliosi non è stato molto ma vi assicuro che anche solo due giorni per staccare la spina sono serviti a ricominciare la settimana con molta carica. Acque termali, percorsi benessere, piste da sci di ogni grado di difficoltà, ottimo clima e tante altre bellezze rendono Bormio un posto fantastico e molto conosciuto per aver ospitato i campionati mondiali di sci alpino nel 1985 e nel 2005.
Abbiamo dedicato la giornata di sabato a un rilassante percorso benessere nel Parco termale di Bormio Terme.

La struttura si trova al centro di Bormio, è a due piani e contiene vasche interne ed esterne, un centro benessere, un bistrot, un bar terrazza, una sala Zen per le attività legate al benessere fisico e perfino una sala congressi per vari eventi e meeting aziendali. Le vasche sono tutte alimentate ad acqua termale tra i 36 e i 43°C, con numerose proprietà e per diverse cure della pelle. Per me la vasca più bella è stata quella esterna, circondata dalle montagne innevate, l’esperienza è fantastica soprattutto per il benefico contrasto caldo freddo, i paesaggi da fiaba e le magiche sensazioni che crea la natura in quel luogo.
La pace dei sensi e l’aria pulita vi faranno tornare a casa rigenerati! Al secondo piano della struttura si trova il Thermarium dove ci sono il bagno turco, la biosauna, la sauna panoramica con una temperatura di 80–100°C, le docce emozionali, la vasca termale con idromassaggi e la zona relax. La sauna, oltre a donare energia e purificare la pelle, ha tantissimi benefici perché stimola il cuore e la circolazione.

Non mancano le zone relax, la balconata con vista sulle vasche e, in estate, il solarium dotato di comode sdraio. Dimenticavo… una cosa molto divertente da fare è lo scivolo giallo lunghissimo al chiuso, dove il getto d’acqua che scende fortissimo vi accompagnerà nella discesa verso una delle prime vasche della struttura.


Cosa serve per accedere al Parco termale?

Per accedere alle terme sono necessarie ciabatte, cuffia e un asciugamano per la zona Thermarium. Potete consultare le tariffe per accedere al centro sul sito della struttura. Ecco il link


Una passeggiata per il centro storico di Bormio

Oltre alle terme rigeneranti, Bormio possiede un bellissimo centro storico, pieno di chiese, torri, fontane, vicoli e piazze. Una che mi ha colpito in particolar modo è la Chiesa di San Vitale con impianto romanico e un lungo campanile.

Dall’altro lato della facciata, invece, ci sono bellissimi affreschi che ritraggono i santi Vitale e Valeria, oltre alla Vergine in trono con Santo Antonio e un altro vescovo. Qui non potevo non scattare una foto!

Proseguendo lungo via Roma si trovano tanti bei negozi, bettole, bar di montagna che offrono tutti i piatti della tradizione valtellinese, dolci deliziosi e bevande calde. Giungiamo quindi, in piazza Cavour (in dialetto piazza del Kuerc) dove si trovano la Chiesa di San Gervasio e San Protasio, e la torre civica di fondazione medievale più volte rimaneggiata nel corso dei secoli.

Altro posto incantevole dove ammirare le montagne e lo scorrere del torrente Frodolfo è il Ponte di Combo che risale al XIV secolo e che nel Medioevo era l’unica via di accesso al paese.

Non lontano da Bormio si trovano tantissime località con impianti e seggiovie per gli amanti degli sci e skiboards, una di queste è Santa Caterina Valfurva. Qui si è circondati da montagne maestose innevate e ghiacciai perenni dal fascino incredibile.
Tantissime sono le attività da fare, oltre allo sci di fondo, sci alpino e il fat bike (bici da fuoristrada) c’è anche il pattinaggio sul ghiaccio. D’estate, invece, tanto trekking, escursioni, ciclismo, golf e tennis. Questa foto sintetizza il silenzio che si respira a Santa Caterina dove è tutto fatato!


Cosa si mangia a Bormio

Tra i piatti tipici della Valtellina ci sono i pizzoccheri, pasta fatta in casa a base di farina di grano saraceno, gli sciatt, croccanti frittelle tonde con ripieno di formaggio Casera, tipico della zona e la polenta taragna; tra i secondi la carne di cervo e la bresaola; tra i dolci la bisciola, chiamato anche panettone valtellinese.
Ovviamente, queste non sono le uniche pietanze dato che in Valtellina si mangia bene qualsiasi cosa. La nostra prima cena è stata a base di spaetzle agli spinaci e stinco di maiale con patate, non potete capire che bontà!

Per quanto riguarda gli alloggi, in questa stagione troverete offerte molto convenienti su Booking o Trivago ma è bene prenotare in anticipo perché durante i weekend la città è sempre piena di turisti.
Vi auguro di visitare presto Bormio e le sue magnifiche terme! Se volete sapere di più sugli eventi in programma continuate a seguire la mia pagina di Instagram e a leggere i miei articoli su kats&bags.com

LARA ALTIERI Contattami senza impegno per creare una collaborazione! CONTATTI