logo

post image 1
31 Dicembre 2018

Capodanno 2019

Finalmente è giunto il giorno più atteso e festeggiato dell’anno!

Post By Lara Altieri

Finalmente è giunto il giorno più atteso e festeggiato dell’anno… il 31 dicembre, dovunque si vada è sempre magico! Quest’anno abbiamo scelto di trascorrerlo a Pordenone in Friuli Venezia Giulia, una regione in cui non ero mai stata prima e che mi ha colpito per le sue bellezze naturali, storiche, artistiche e per la cura del territorio.
La prima tappa è stata il centro di Pordenone, città piena di chiese, palazzi e piazze, che si trova lungo le sponde del fiume Noncello. Il fulcro del centro storico è Corso Vittorio Emanuele II, affiancato da palazzi gotici e rinascimentali, come il palazzo Ricchieri che ospita il Museo Civico d’Arte. La nostra visita è iniziata dal primo piano dove, durante il periodo natalizio, è stata allestita un’esposizione di presepi di varie forme e dimensioni. Ecco per voi alcune immagini.


post image 1

post image 1

La mostra d’arte comincia dal secondo piano, con antiche collezioni di sculture lignee, affreschi del 400, e importanti opere di Giovanni Antonio de Sacchis, detto il Pordenone (1483-1539). Ma, se siete amanti del Rinascimento/Barocco, è al secondo piano dove si conservano i dipinti più esemplari e simbolici del suddetto periodo.
Sono qui conservate tantissime opere del 600, oltre a una selezione della produzione artistica del pittore di Pordenone, Michelangelo Grigoletti.


post image 1

post image 1

post image 1

Corso Garibaldi è impreziosito da importanti edifici storici come Palazzo Badini, con un grande salone affrescato, e Palazzo Sbrojavacca con affreschi di fine ‘400.
Altri i musei da vedere sono:
La galleria d’Arte Moderna e Contemporanea situata all’interno del Parco Galvani la cui collezione permanente presenta opere di vari artisti del Novecento italiano.
Il Museo civico di storia naturale in via della Motta che conserva importanti collezioni naturalistiche, oltre a una sezione dedicata alla tecnologia e ai modelli navali di varie epoche.
Il Museo archeologico del Friuli occidentale in cui si trovano reperti dalla preistoria al Rinascimento.
L’ Immaginario scientifico in via Vittorio Veneto che è un museo delle scienze interattivo e multimediale.
Percorrendo il corso Vittorio Emanuele si possono ammirare i palazzi perfettamente conservati e, sotto i portici, si susseguono negozi, boutique, botteghe, bar e pasticcerie.

Spostandoci a Piazza XX Settembre, l’atmosfera è sempre più magica: l’albero di Natale illuminato, le casette di legno per degustare i prodotti della zona e sorseggiare un caldo vin brûlé, la pista di pattinaggio e il palco pronto per i festeggiamenti della notte del 31 dicembre dove, alle 23:00, ha suonato la band statunitense The Blues Brothers, cantando dal vivo successi tratti dall’omonimo film del 1980.

Cosa vedere fuori Pordenone?
A un’ora di macchina da Pordenone si raggiunge il lago di Barcis, incantevole per le sue acque verdi e per i percorsi che si possono realizzare tra le montagne che lo circondano. Vicino al lago si trova un’accogliente bettola e un’area giochi con campo da calcio. Il lago artificiale si trova presso la Riserva naturale Forra del Cellina e, oltre alle escursioni naturalistiche e ai percorsi ciclabili, durante l’estate, si possono effettuare tantissimi sport come climbing, canoa, vela, etc.
Il programma degli eventi e delle attività da svolgere, con le informazioni utili potete trovarlo qui: Programma


post image 1

post image 1

Se amate sciare, il posto ideale è Piancavallo con 17 km di piste da sci, un baby snow park e l’Alpin bob, situato a circa un’ora e 30 minuti da Pordenone.
Il piccolo borgo di Barcis si riempie, soprattutto d’estate, di turisti, grazie al lungo programma di eventi e manifestazioni folcloristiche e culturali. La zona è piena di agriturismi e ristoranti che offrono degustazioni di prodotti del posto: prosciutto DOP, pasta/orzo con fagioli, zuppe, polenta, formaggi, baccalà e tanti ottimi dolci con mele e noci, ricotta, frittelle e torta di mandorle.

Il confine con il Veneto è abbastanza vicino, per cui se avete tempo vi consiglio di andare a sciare a Cortina d’Ampezzo, a due ore da Pordenone, e godervi il panorama mozzafiato delle Dolomiti che regalano uno scenario pazzesco durante i tramonti d’inverno. Qui trovate tutte le info: Cortina d’Ampezzo

Per finire, in questi posti ho apprezzato molto il contrasto tra le maestose montagne, le dolci colline, i luoghi storici e la vivacità culturale, uniti all’ottimo cibo e alla gentilezza degli abitanti.
Buon 2019 a tutti da Lara!

LARA ALTIERI Contattami senza impegno per creare una collaborazione! CONTATTI